Duomo di Amalfi
Home > L'Ambasciata > L'Ambasciatore

Ambasciatore Giandomenico Magliano

Nato a Napoli il 12 febbraio 1955. Coniugato con tre figli.

• Nel giugno 1972, diploma di maturità scientifica al Liceo italiano “Leonardo da Vinci” di Parigi, con 60/60.
• Nel giugno 1973, Certificat d’Études Politiques presso l’Institut d’Études Politiques di Parigi;
• nel luglio 1976, Laurea in Economia e Commercio all’Università "La Sapienza" di Roma, con votazione 110 e lode (tesi in politica economica sugli investimenti diretti esteri, relatore il Prof. Federico Caffè);
• nel giugno 1977, Master of Business Administration (MBA) all’INSEAD di Fontainebleau;
• nel giugno 1981, quale diplomatico, mid-career Master in Public Administration (MPA) alla Harvard Kennedy School of Government (Direttore del corso il Prof. Thomas Schelling, poi Premio Nobel per l’economia 2005).
In carriera diplomatica dal maggio 1978 (primo agli scritti del concorso, secondo agli orali).
Ambasciatore di grado, è dal 1 gennaio 2013 Ambasciatore d’Italia a Parigi.

In sintesi:

• nel 1978-80 alla Direzione Generale dell’Emigrazione e Affari Sociali;
• nel 1980-81, come diplomatico, alla Harvard University;
• nel 1982, membro della Delegazione italiana alla Riunione di Madrid della CSCE (Conferenza sulla Sicurezza e Cooperazione in Europa);
• nel 1983-85, Primo Segretario all’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede;
• nel 1986-88, responsabile dell’Ufficio economico-commerciale dell’Ambasciata d’Italia a Budapest (in qualità dapprima di Primo Segretario Commerciale e successivamente di Consigliere Commerciale);
• nel 1989-91, all’Ufficio Nazioni Unite e diritti umani della Direzione Generale degli Affari Politici;
• nel 1991-92, Consigliere Diplomatico del Ministro dell’Agricoltura e Foreste;
• nel 1992-93, Consigliere Diplomatico del Ministro delle Finanze;
• nel 1994, al Gabinetto del Ministro degli Affari Esteri;
• nel 1995-97, Capo della Segreteria Particolare del Sottosegretario agli Affari Esteri delegato alle questioni europee;
• nel 1997-2000, Vice Direttore Generale alla Direzione Generale delle Relazioni Culturali (ridenominata nel 2000 Direzione Generale per la Promozione e la Cooperazione Culturale, con la riforma organizzativa del Ministero degli Affari Esteri);
• il 23 giugno 2000 il Consiglio dei Ministri gli conferisce il grado di Ministro Plenipotenziario;
• ottobre 2000 - marzo 2003: Direttore Generale per la Cooperazione allo Sviluppo; ha presieduto nel 2001 la Task Force del G-8 sull’Educazione per lo Sviluppo; rappresentante italiano al Consiglio di Amministrazione del Fondo Globale per la lotta contro l’AIDS, la Tubercolosi e la Malaria;
• il 2 aprile 2003 assume, su nomina del Consiglio dei Ministri del 28 febbraio, l’incarico di Direttore Generale per la Cooperazione Economica e Finanziaria Multilaterale. Membro del Consiglio di Amministrazione SACE e membro del Comitato Consultivo ICE; rappresentante italiano al Consiglio Esecutivo OCSE in Sessione Speciale e al Governing Board dell’Agenzia Internazionale dell’Energia;
• il 4 febbraio 2010 il Consiglio dei Ministri gli conferisce il grado di Ambasciatore;
• il 16 dicembre 2010 assume, su nomina del Consiglio dei Ministri del 22 luglio 2010, l’incarico di Direttore Generale per la Mondializzazione e le Questioni Globali (nuova struttura, a seguito del riassetto organizzativo della Farnesina, che coniuga la trattazione delle tematiche economiche multilaterali e trasversali con quella dei rapporti bilaterali con Asia, Africa Sub-Sahariana e America Latina).
• Il 20 luglio 2012 il Consiglio dei Ministri lo nomina Ambasciatore d’Italia a Parigi; assume tali funzioni il 1 gennaio 2013.

Autore di saggi, pubblicati in italiano e in inglese, in materia di teoria e prassi delle relazioni internazionali, economia internazionale, politiche di sviluppo, politiche culturali, tematiche ONU, G8 e questioni comunitarie, è chiamato quale conferenziere-docente in varie Università italiane. E’ stato membro del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Universitario Europeo di Firenze.